Archivio Web ANPI Dante Di Nanni
Ora e sempre Resistenza
25 APRILE 2013 MILANO_LOGGIA DEI MERCANTI

milano 25 aprile 2013

Il progetto “Resistenza” che riguarda la Loggia dei Mercanti e il palazzo della Ragione. Rinasce la Loggia dei mercanti: restauro e nuova illuminazione per le lapidi ai caduti
La Giunta approva un progetto di intervento donato da Anpi. Nel giorno della festa della liberazione al la presenza di Carlo Smuraglia si è portato omaggio ai caduti e alla stele con le parole di Pietro Calamadrei.
Milano, 24 aprile 2013 — Rinasce la Loggia dei Mercanti. Alla vigilia della data simbolo del 25 aprile, la Giunta di Palazzo Marino ha accettato la donazione del progetto di Anpi provinciale di Milano per il restauro e la valorizzazione del Sacrario dei Caduti per la libertà. In particolare, sarà eseguito un intervento di pulizia e protezione delle 19 lapidi di bronzo in onore di quanti, come recita la targa collocata in via Mercanti, “in supremo anelito di libertà, hanno donato la vita; Milano ne consacra i nomi gloriosi alla storia — 1943/1945”. Sarà installato, inoltre, un nuovo sistema di illuminazione a 19 elementi, uno per ciascuna lapide della Loggia.

Questo l’appello dell’ANPI
Appello per non snaturare il Sacrario dei Caduti per la libertà alla Loggia dei Mercanti

La Loggia dei Mercanti è dedicata ai Caduti per la libertà. Così recita la targa collocata in via Mercanti: “In supremo anelito di libertà, hanno donato la vita; Milano ne consacra i nomi gloriosi alla storia — 1943/1945″:
In tanti momenti importanti della vita cittadina, la Loggia è stata luogo del ricordo nelle ricorrenze e nelle date che segnano il calendario civico, ma anche luogo della coscienza civile e democratica della città. E’ una lunga storia che dal medioevo ad oggi ha visto in questo edificio pubblico il simbolo di Milano: l’Italia è il Paese che ha dato alla cultura mondiale la città come spazio di libertà e di civiltà, il valore dell’edificio pubblico come centro della vita cittadina, l’orgoglio e l’autonomia civica. Anche da queste radici sono nate la Resistenza e la Costituzione, fondamento della democrazia italiana.

In ogni città — purtroppo più facilmente all’estero che in Italia — le amministrazioni pubbliche ed ogni cittadino custodirebbero con ogni cura un luogo così carico di simboli e di storia. E invece, da anni, si susseguono incuria, trascuratezza, abbandono, ed ora perfino I’idea di collocare proprio lì manifestazioni e iniziative del tutto incompatibili con la natura di Sacrario.
L’ultimo progetto — collocare sotto gli archi della Loggia un centro di informazioni turistiche fino all’Expo 2015 — snaturerebbe completamente il luogo e contrasterebbe in modo assoluto la sacralità di esso e il rispetto verso i Caduti.
Per questo esprimiamo una contrarietà netta e ferma ad ogni progetto del genere.

Non pensiamo che i luoghi della storia debbano essere tenuti sotto una campana di vetro e nemmeno che la sacralità di tali luoghi sia una sospensione della vita di tutti i giorni.
Vogliamo fare proprio il contrario: occorre avviare iniziative che valorizzino il significato della Loggia dei Mercanti, in forme adeguate, anche per favorire la conoscenza degli eventi da parte delle generazioni più giovani; occorre fare della storia di Milano, anche quella che dal 1200 ha visto costruire la Loggia e gli altri insigni monumenti di Milano, dedicati alla città ed al suo popolo, una ragione in più di consapevolezza, indispensabile per essere cittadini oggi; è necessario che il mondo della cultura, della scienza, delle istituzioni educative pubbliche di ogni grado si impegni subito per impedire una scelta assurda e, allo stesso tempo, per dedicare una vera e propria stagione di riflessione approfondita sulla storia civile di Milano.

L’Anpi si farà promotrice di iniziative in questa direzione, in modo da coinvolgere, oltre a personalità del mondo della cultura, l’intera città.

Leave a Reply