Archivio Web ANPI Dante Di Nanni
Ora e sempre Resistenza
Nardo Dunchi_Comandante partigiano

carrara_testimone

Intervista a Nardo Dunchi (1914-2010) comandante partigiano, famoso per le sue azioni sia Boves, dove con il suo gruppo di Alpini inizia la Resistenza, già all’indomani dell’8 settembre (incontrerà personaggi come Nuto Revelli, Duccio Garimberti e Giorgio Bocca) e a Carrara, la sua terra natale, dove tornerà a condurre la sua lotta fino alla Liberazione. «Nardo Dunchi è stato uno dei più grandi partigiani combattenti d’Italia»: lo ha definito così lo scrittore e giornalista Giorgio Bocca, nel suo ricordo per la morte, avvenuta il 7 magio 2010. Sue sono le più belle immagini della Resistenza carrarese, fotografie di rara intensità scattate con una Leika sottratta ad un soldato tedesco, che ritraggono i partigiani della formazione garibaldina “G. Ulivi” sulle cave dei monti di marmo, nel pieno della lotta di Liberazione. Nel dopoguerra Dunchi sarà celebre come scultore, le sue opere sono conosciute in tutto il mondo. La sua straordinaria vita da partigiano è raccontata nella bellissima autobiografia “Memorie partigiane”, edita da “La Nuova Italia” di Firenze nel 1957. Intervista a cura di Archivi della Resistenza, registrata il 30 dicembre 2009 e proiettata al Congresso Provinciale dell’ANPI Massa Carrara, che si è tenuto a Caniparola il 4 dicembre 2010.
La musica è presa dalla canzone dei Forasteri “Il testamento di Pie”, pubblicata sul cd “A rotta libera”

Leave a Reply